Servizi Culturali e dello Spettacolo: al “Vittorio Veneto – Salvemini” sbarca un nuovo indirizzo

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’obiettivo è quello di formare nuove figure di videomaker, permettendo ai ragazzi di “andare dietro le quinte di ciò che vivono ogni giorno”: l’indirizzo sarà importante per l’arricchimento culturale della città 

Grande novità a Latina nell’ambito delle scuole superiori. L’istituto tecnico “Vittorio Veneto – Salvemini ha infatti dato vita ad un nuovo indirizzo di studi che ancora non era presente nella nostra Provincia, denominato “Servizi Culturali e dello Spettacolo”: una novità assoluta, un percorso di studi professionali che offre competenze specifiche nel settore audiovisivo. Quest’ultimo sta infatti assumendo un’importanza sempre maggiore nella nostra società e il “Vittorio Veneto – Salvemini” ha così deciso di mettere a disposizione degli studenti la possibilità di acquisire competenze per svolgere ruoli afferenti a questo ambito, formando giovani professionisti nel campo multimediale.

E’ a tutti gli effetti un indirizzo di studio professionale ma ad alto contenuto tecnologico. Fotocamere digitali, software di montaggio, computer, sono solo alcuni degli strumenti che verranno messi a disposizione dello studente: il nostro obiettivo è quello di creare una figura ben specifica, quella del videomaker”; con queste parole il vicepreside dell’Istituto, il professor Dino Iavarone, ha esordito nella descrizione del nuovo indirizzo: “Ci tengo a sottolinearlo poiché questo è un termine che i ragazzi conoscono benissimo. Il videomaker è una figura multimediale che al giorno d’oggi sta diventando onnipresente: dietro ogni contenuto c’è sempre un videomaker ed è innegabile quanto oggi siano divenuti importanti quest’ultimi”. Un ruolo moderno quindi, al passo con i tempi: “Con l’avvento dei social media anche le piccole aziende hanno bisogno di questa nuova figura professionale, richiestissima e in linea con le esigenze del mercato del lavoro di oggi e dei prossimi anni.” Unico di questo genere in tutta la Provincia, l’indirizzo“farà vivere ai ragazzi la realtà che li circonda: finalmente potranno andare dietro le quinte di ciò che vivono quotidianamente”. 

L’Istituto Tecnico di Latina concederà agli studenti la possibilità di approcciarsi a tali saperi già nell’età dell’adolescenza: potrebbe essere un’opportunità per avviare uno spazio per i tirocinanti del DAMS – Discipline Arti Musica e Spettacolo dell’Università degli Studi di Roma Tre –, aprendo una finestra sulla città nell’ambito cinematografico. Interrogato su una possibile connessione fra questi due mondi, il vicepreside Iavarone ha risposto che sarebbe entusiasta di “attivare una collaborazione, così come accade negli altri indirizzi del nostro Istituto con il mondo universitario. Cercheremo una sinergia dato che esso è lo sbocco naturale per continuare tali studi”. Di questa possibile sinergia si è detta ottimista anche la dirigente, la Prof.ssa Marina Rossi, persona altamente qualificata e dinamica che ha contribuito in maniera fondamentale al rilancio della scuola e alla creazione di un nuovo indirizzo pensato per i giovani e in grado di prepararli alle novità dell’universo lavorativo.

“La nascita di questo corso è un segnale importante per il nostro territorio, soprattutto in merito all’apertura di un nuovo ateneo, in particolare il DAMS, che potrebbe dare alla città una radice culturale legata alla cinematografia e all’arte in generale” ha dichiarato il Segretario Generale della CISL Roberto Cecere; un’opportunità preziosa per i giovani appassionati del settore, unica nella nostra Provincia. 

Articolo a cura di Fabrizio Scarfò

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.