Covid: da lunedì 15 marzo 9 Regioni in area rossa.

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il Ministro della Salute Roberto Speranza, sulla base degli ultimi dati epidemiologici, firmerà una serie di ordinanze che entreranno in vigore a partire dal prossimo lunedì 15 marzo. Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Veneto e Provincia Autonoma di Trento completeranno il quadro delle Regioni in fascia rossa, aggiungendosi a Campania e Molise che continueranno a “colorarsi” di rosso. 

Da fonti del Dicastero della Salute riguardo il contenuto della nuova ordinanza si apprende che “Tutte le altre Regioni, tranne le 9 indicate in rosso, saranno in area arancione per gli effetti del decreto legge approvato stamane. È in corso una verifica sui dati della Basilicata. La sola Sardegna resta in area bianca”. 

Intanto il Consiglio dei Ministri autorizza il decreto legge con le nuove misure anti covid: il decreto prevede l’istituzione delle zone rosse da lunedì 15 marzo fino a martedì 6 aprile per quelle Regioni che avranno un numero settimanale di casi superiore a 250 ogni 100.000 abitanti. Per le festività pasquali, dal 3 al 5 aprile (in maniera simile alle restrizioni applicate dal governo Conte II per le festività natalizie), le misure previste per la zona rossa si applicheranno su tutto il territorio nazionale. Sarà comunque possibile spostarsi all’interno della propria regione verso una sola abitazione privata, una volta al giorno, massimo due persone. Il documento firmato dal CdM guidato da Mario Draghi avrà valore di decreto legge – quindi subito vigente, ma da convertire in legge entro 60 giorni in Parlamento – e non un dpcm (decreto del presidente del Consiglio). Le Regioni che entreranno in fascia arancione avranno la facoltà di individuare aree da elevare a zona rossa: questo sarà possibile quando l’incidenza supera la soglia dei 250 casi per 100 mila abitanti nella settimana oppure quando si riscontra una presenza di varianti tale da dover prevedere misure più restrittive.

Domani sabato 13 marzo e domenica 14 marzo in Piemonte non sarà possibile recarsi nelle seconde case, secondo quanto prevede una ordinanza regionale che sarà emanata in vista del passaggio in zona rossa a partire da lunedì 15 marzo.

INDICAZIONI PER LE FESTIVITA’ PASQUALI i giorni 3, 4 e 5 aprile – quindi i giorni di Pasqua, Pasquetta e il sabato precedente – tutta l’Italia sarà zona rossa (eccezion fatta attualmente per la Sardegna che rimane l’unica regione bianca). Nei giorni indicati sarà comunque possibile effettuare una visita al giorno all’interno della regione, massimo in due adulti con minori di 14 anni o disabili o non autosufficienti conviventi, tra le ore 5 e le 22.

(Foto da www.today.it)

La Redazione

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.