Covid-19: 2 dosi di Pfizer e AstraZeneca proteggono anche dalla variante Delta

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ulteriori novità riguardo il Covid-19 e la sua ultima mutazione, la variante Delta, nuova antagonista pandemica di questo periodo da cui nessuno ancora può ritenersi completamente libero. Un altro passo è stato fatto: sia il vaccino Astrazeneca che quello Pfizer fungono da scudo anche per quest’altro temuto nemico. Giunge un monito: per far sì che questo accada, devono essere somministrate due dosi. È quanto dichiarato dai dati raccolti da Public Health England, i quali sono stati successivamente pubblicati sul New England Journal of Medicine. Specificamente, con due dosi di vaccino Pfizer l’efficacia raggiunge l’88%, contro il 93,7% della Alfa. Con due dosi di AstraZeneca, invece, l’efficacia raggiunge il 67% contro il 74,5% della Alfa. Purtroppo, lo studio ha altresì evidenziato che una sola dose non basta, in quanto, l’efficacia per entrambi i vaccini si fermerebbe al 30%. Scrivono: “Sono state notate solo differenze modeste nell’efficacia del vaccino con la variante delta rispetto alla alfa dopo le due dosi. Le differenze sono molto più marcate dopo aver ricevuto una dose singola. Questi dati supportano gli sforzi per massimizzare la diffusione della vaccinazione completa tra le popolazioni vulnerabili”. Sia questo il momento chiave per dare una svolta alla corsa alle vaccinazioni, sperando che il flusso di sensibilizzazione, scoperta ed incentivazione possano portare la maggioranza della popolazione ancora non vaccinata, a farlo.

Per il bene di ognuno di noi.

Articolo a cura di Alessandro Bonetti

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.