Berlino: un viaggio tra storia e modernità

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi vi raccontiamo di Berlino, un viaggio tra la storia e la modernità.

Berlino si presenta come una città mai ferma, le persone che vivono in questa metropoli sono in continuo movimento grazie alla vasta rete di trasporti. I visitatori possono usufruire della metro, autobus e treni, che viaggiano in orario, sono comodi e puliti. Una delle caratteristiche di questa città è proprio la puntualità che, non vi neghiamo, vi farà apprezzare molto di più il vostro viaggio. Partiamo quindi alla volta di Berlino: capitale della Germania. 

Se arrivate all’aeroporto di Berlino sarà molto facile arrivare al centro città: esso è collegato con un treno che viaggia ad alta velocità che vi porterà alla stazione centrale, da cui potrete raggiungere a piedi o in metro il vostro hotel o appartamento. A Berlino c’è sempre qualcosa da fare, perciò gambe in spalla, poggiate i vostri bagagli e partite alla scoperta della città!

Per iniziare, Berlino offre una grande varietà di musei. Esiste infatti un’area chiamata Isola dei musei, che tra bellezze del vecchio occidente e oriente, vi accoglierà tra le sue mura piene di storia. L’isola infatti è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’UNESCO nel 1999, perciò non dovete perdervela! Quest’isola contiene cinque musei molto importanti: 

  1. Neues Museum: consigliato agli appassionati di storia egizia. Esso infatti gode di particolarità uniche al mondo come la più bella e regale statua di Nefertiti, la più vasta collezione di papiri più antichi al mondo e il teschio dell’uomo di Neanderthal. 
  2. Altes Museum: il più antico museo dell’isola e della Prussia. Al suo interno si possono trovare pezzi d’arte antica e moderna.
  3. Alte Nationalgalerie, ispirata all’Acropoli di Atene, ospita capolavori di ogni stile.
  4. Bode-Museum: ospita una bellissima e vasta collezione di tesori, sculture e monete dell’arte bizantina. 
  5. Pergamonmuseum: il museo più visitato della città. 

Sull’isola si trova anche un meraviglioso spiazzo verde, si tratta del giardino del Lustgarten e a fianco ad esso si può ammirare il Duomo. In realtà questa non è una vera e propria chiesa, ma si tratta di una torre: la Französischer Dom, che assieme alla cattedrale tedesca, adorna la bellissima piazza Gendarmenmarkt, considerata la più bella piazza di Berlino. Camminando per la città ci si immerge nella cultura e soprattutto nella storia tedesca; si deve assolutamente visitare la sede del parlamento tedesco; se vi si entra si può visitare tutto l’interno e arrivare sino alla cima, formata da una cupola di vetro da cui si può ammirare la città. Un altro punto storico è la Porta di Brandeburgo: proprio davanti a questa famosissima porta, il Presidente degli Stati Uniti nell’87, chiedeva al leader sovietico Gorbačëv la riunificazione delle due parti della città. Proprio dietro la porta, se fate molta attenzione e guardate l’asfalto, fanno capolino dei piccoli bottoni dorati, che rappresentano il vecchio passaggio del Muro di Berlino. Seguendo il fiume Sprea, si arriva alla East Side Gallery: una galleria all’aperto nella quale sono visibili parti del muro di Berlino decorate da tanti artisti provenienti dalle città più disparate. Tra graffiti che simboleggiano la libertà, l’uguaglianza, il rispetto, potrete ripercorrere la vita e la storia di questo muro che separava l’est e l’ovest della capitale tedesca. Sempre seguendo la storia della città, vi consigliamo di visitare il Museo del muro, che attraverso i giochi dei bambini di Berlino Ovest, i quaderni dei bambini di Berlino Est, le loro camere, le loro case, ciò che mangiavano o come lavoravano, vi fa rivivere la vita ai tempi del Muro. Uno dei ponti più belli della città si trova proprio alla fine del muro e si chiama Ponte di Oberbaum: dal mezzo del ponte si può ammirare da un lato il muro con i graffiti, dall’altra, il fiume Sprea con la Molecule Men Sculpture: una gigantesca installazione di circa 30 metri, rappresentante due uomini che simboleggiano il presente e il passato della città che si uniscono in un abbraccio. Anche il Checkpoint Charlie è una parte di storia tedesca: esso infatti era il posto di blocco che collegava il quartiere sovietico con quello statunitense; una particolarità di questo punto è che proprio qui sono state tentate diverse fughe dalla parte sovietica all’americana, che si erano spartite la città dopo la Seconda Guerra Mondiale. Un monumento storico di Berlino è il Memoriale per gli ebrei assassinati; esso raccoglie le testimonianze dei parenti degli scomparsi e le storie di chi è stato deportato nei campi di concentramento. Un posto unico, dove regna il rispetto e la tristezza che appartengono a questo spicchio di storia. 

Riguardo i punti panoramici della città, vi suggeriamo di salire sulla Torre della televisione o la Torre della Radio, che si trovano nello stesso quartiere e godono di una bellissima vista sulla città. Le particolarità culinarie di questa città sono: lo stinco di maiale, accompagnato da un bel piatto di kartoffel (le patate), e come dessert uno apfelstrudel con della buonissima panna fatta in casa. Ovviamente non può mancare una bella pinta di birra con tanta schiuma per accompagnare il pasto!

Articolo a cura di Giulia Ortu e Priscilla Limongi

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.