Coronavirus,Cisl Lazio: bene i fondi destinati ai comuni di tutta la Regione

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Saranno dunque 37 i milioni di euro previsti per tutti i Comuni del Lazio che devono diventare attivatori di una rinnovata solidarietà. In comunicato stampa congiunto tra la Cisl Lazio, FNP Cisl Lazio e Anteas Lazio, si cerca di fare il punto della situazione sui fondi messi in campo dal Governo.

Siamo in una vera emergenza sociale ed economica. Quello che il Covid sta generando nella nostra Regione è addirittura peggio della profonda crisi finanziaria mondiale che portò al crac del colosso Lehman Brothers- si legge nel comunicato stampa- . Bene che i 400 milioni di euro del Governo siano vincolati, ossia destinati esclusivamente a misure urgenti di solidarietà alimentare per consentire alle persone in stato di necessità di soddisfare i bisogni più urgenti ed essenziali.Perché purtroppo è di questo che stiamo parlando.In questa fase – prosegue la nota congiunta- stiamo assistendo, soprattutto per gli anziani in difficoltà e per i disoccupati anche alla difficoltà di soddisfazione dei bisogni primari.

Come CISL del Lazio, l’FNP CISL Lazio e l’Anteas Lazio abbiamo fatto una mappatura delle risorse che verranno assegnate ai Territori del Lazio, dicono Enrico Coppotelli, Paolo Terrinoni e Tommaso Ausili. Andando ad approfondire i dati che riguardano il nostro territorio Regionale vediamo che l’importo spettante a tutti i 378 Comuni è pari a circa 37 milioni di euro così ripartiti:

I Comuni della Provincia di Frosinone riceveranno complessivamente € 3.771.436,75

I Comuni della Provincia di Latina € 4.356.453,99

I Comuni della Provincia di Rieti € 1.070.750,05

I Comuni della Provincia di Roma € 25.539.710,85

I Comuni della Provincia di Viterbo € 2.256.141,51

“Una boccata d’ossigeno dunque in quei territori e in quelle piccole comunità dove maggiormente si annidano il disagio e le difficoltà quotidiane. Crediamo fortemente – concludono i Segretari e il presidente Anteas Lazio – a questa iniziativa, in quanto potrebbe diventare un catalizzatore per le catene di solidarietà.  Il nostro Territorio Regionale è sempre stato storicamente solidale ed è per questo che è il momento di fare squadra tra le filiere dei produttori, delle associazioni, delle aziende e delle persone singole, o tramite l’attivazione coordinata a supporto del progetto delle grandi strutture associative e di volontariato. Indubbiamente questi devono essere processi attivatori e moltiplicatori di solidarietà, in ogni angolo dei 378 comuni che compongono il nostro territorio Regionale.”

Di seguito riportiamo la tabella con la ripartizione dei fondi comune per comune https://www.cisllazio.it/wp-content/uploads/2020/03/Contributo-COMUNI-LAZIO.pdf.

La Redazione

Ti piace questo post?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.