ALBUM REVIEW: “ALL DISTORTIONS ARE INTENTIONAL” IL NUOVO ALBUM DEI NECK DEEP

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

A quasi tre anni dalla loro ultima uscita i Neck Deep sono tornati con il quarto album in studio, All Distortions Are Intentional. Dopo “The Peace and the Panic”, è chiaro che hanno impiegato il loro tempo a fare molte cose, ma quella più grande è stata crescere con la loro musica. In passato alcuni hanno detto che questa band gli ricordava un po’ troppo i loro anni del liceo, anche se molto probabilmente non avevano messo più piede in una scuola da molti anni. “All Distortions Are Intentional” è la risposta perfetta a queste critiche. Il tutto si apre con Sonderland un mondo immaginario ispirato alla parola “sonder”, in cui il protagonista dell’album Jett fa un viaggio amoroso ed esistenziale. Man mano che il cd progredisce, ritorna al suono standard dei Neck Deep che conosciamo e amiamo.

E’ molto un “pop-punk generico”, come la band si è etichettata in passato, ma nel modo migliore. Su “Lowlife” mostrano il loro lato arrabbiato e vogliono far capire che non bisogna preoccuparsi di ciò che gli altri pensano delle decisioni personali, è anche pieno di rime e nel complesso è davvero divertente. “Telling Stories” è un altro grande esempio di come siano riusciti a crescere mantenendo un suono e un messaggio che li ha sempre contraddistinti, sembra un brano che probabilmente avrebbero voluto realizzare nei primi tempi. “Quarry” è la traccia di metà cd e subito dopo troviamo “Sick Joke” che mantiene l’energia del primo tempo e parla di trovare qualcuno che trovi la speranza in te e ti riporti in un posto migliore. Una cosa che è molto più presente in questo album rispetto al precedente è l’amore – infatti è abbastanza romantico con un’interpretazione pop-punk, naturalmente.

È speranzoso e serio e “What Took You So Long” ne è il primo esempio. E’ una dolce storia da raccontare a qualcuno di importante con battute come “E non ero io fino a quando ti ho scoperto per la prima volta”. Il lavoro si chiude con “Pushing Daisies” che lega i due personaggi principali dell’album. La canzone parla di come alla fine la vita sarà quella che sei riuscito a costruirti col tempo e con le persone che hai avuto accanto e non tutte le cose che ti sei perso. All Distortions Are Intentional è un cd fortemente coeso che mostra una crescita importante attraverso una lunga storia tra i due protagonisti Jett e Alice, che si sviluppa dal primo brano. Nel complesso sarà sicuramente in grado di tirare le corde del cuore sia dei vecchi fan che dei nuovi ascoltatori.

Articolo a cura di Martina Nardoni

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.