Coppa Italia amara per la Top Volley Cisterna

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La compagine pontina termina agli ottavi la sua corsa nella competizione; ora fari puntati sulla Superlega.


La sconfitta al tie break contro il sestetto di Padova ha decretato l’eliminazione della Top Volley Cisterna dalla Coppa Italia. Sottile e compagni avevano fatto più di un pensierino al passaggio del turno dopo il convincente successo ottenuto nella gara inaugurale contro Piacenza, ma la battuta d’arresto casalinga patita in gara 2 contro Ravenna aveva, poi, complicato il percorso dei biancoblu; nell’ultima sfida contro Padova il sestetto di Tubertini, per poter accedere al turno successivo, aveva l’obbligo di far punti, ma così non è stato.

Padova e Ravenna, con merito, si sono qualificate ai quarti di finale. Le prove offerte nelle gare di coppa dalla Top Volley hanno messo in evidenza pregi e difetti della squadra: brillante e determinata all’esordio contro Piacenza (avversario che ha comunque perso tutte le gare del girone), sottotono e discontinua nel gioco contro Ravenna e Padova. Proprio su queste ultime due considerazioni negative dovrà lavorare molto il tecnico Tubertini in vista del debutto in campionato. La squadra è cambiata molto rispetto allo scorso anno e, pertanto, i nuovi necessitano di tempo per inserirsi nei meccanismi di gioco e trovare il giusto feeling con i compagni: i vari Randazzo, Seganov, Tillie, Krick, Sabbi e Cavuto sono atleti di indubbie qualità e nelle prossime settimane certamente riusciranno a dare il loro contributo alla causa, magari anche nel momento in cui Tubertini avrà trovato il modo di farli rendere al meglio.

Nonostante le difficoltà incontrate in Coppa Italia il clima in casa Top Volley è sereno e c’è grande fiducia in vista del campionato il quale si preannuncia davvero impegnativo in quanto dal 27 settembre si giocherà fino a metà febbraio con una sola settimana di sosta (e due turni infrasettimanali): un calendario compresso che costringerà le squadre a gestire nel modo migliore le forze sia fisiche sia mentali. I primi impegni di campionato ci permetteranno di avere un quadro più esaustivo sulle potenzialità della squadra e, tra qualche settimana, si potrà capire dove potrà arrivare e per quali obiettivi potrà competere.

Articolo a cura di Diego Rocci

Ti piace questo post?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.