DOMENICO MODUGNO, NEL BLU DIPINTO DI BLU DELLA MUSICA

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quest’anno sono ricorsi i 26 anni dalla scomparsa di Domenico Modugno (Polignano a Mare, 9 gennaio 1928 – Lampedusa, 6 agosto 1994) cantautore, chitarrista, attore, regista e politico italiano.

Considerato uno dei padri della musica leggera italiana e uno tra i più prolifici artisti in generale, avendo scritto e inciso circa 230 canzoni, interpretato 38 film per il cinema e 7 per la televisione, nonché recitato in 13 spettacoli teatrali e condotto alcuni programmi televisivi; ha inoltre vinto quattro Festival di Sanremo, nel primo dei quali, nel 1958, con Nel blu dipinto di blu, (di cui era anche autore, cosa che lo rende il primo cantautore in gara nella storia della manifestazione) universalmente nota anche come Volare e destinata a diventare una delle canzoni italiane più conosciute, se non la più conosciuta e dal quale ne derivò il soprannome di Mr. Volare.

CENNI STORICO-GENEALOGICI

Domenico Modugno nacque il 9 gennaio 1928 a Polignano a Mare (dove poi gli venne dedicato un lungomare con annessa statua) in piazza Minerva 5 (oggi piazza Caduti di via Fani), in provincia di Bari, da Vito Cosimo Modugno, comandante della Polizia locale, e Pasqua Lorusso, del vicino paese di Conversano; ha due fratelli maggiori, Vito Antonio e Giovanni, e una sorella maggiore, Teresa, e sin da piccolo in famiglia viene chiamato Mimì.

La famiglia Modugno, come si evince dalla nostra ricostruzione genealogica, è stabile a Polignano almeno dagli inizi del 1700. I nonni e i bisnonni paterni di Domenico risultano proprietari tra la metà dell’800 e gli inizi del 1900, Francesco Paolo (1789-1859), trisavolo, è guardia comunale. Pasquale (1758 circa-1811) e Giuseppe (1725 circa – ?), gli avi più antichi ricostruiti, risultano invece contadini, quindi si suppone che la famiglia Modugno si sia arricchita proprio all’inizio dell’800, risultando comunque di condizione benestante fino agli inizi del 1900. Alcuni discendenti ora si trovano sia a Polignano che a San Pietro Vernotico (BR), dove la famiglia di Domenico nel 1935.

Articolo a cura di Lorenzo Cirelli

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.