Legge di Bilancio 2021, le novità fiscali e sul lavoro

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La legge di Bilancio prevede un’indennità a carico dello Stato erogata dall’INPS a soggetti in determinate condizioni che abbiano compiuto almeno 63 anni di età e che non siano già titolari di pensione diretta.
Tale indennità è corrisposta fino al raggiungimento dell’età prevista per la pensione di vecchiaia.
L’importo dell’Ape sociale è pari alla rata mensile di pensione calcolata al momento dell’accesso alla prestazione se inferiore a 1.500 euro o pari a 1.500 euro se superiore. L’Ape sociale è erogata per 12 mensilità e non è soggetta a rivalutazione né a integrazione al trattamento minimo.

Assegno di natalità e congedo paternità

L’assegno di natalità viene confermato per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021. Inoltre è stata confermata la proroga del congedo di paternità di sette giorni anche per gli anni 2020, 2021.

Sanità

Per riconoscere e valorizzare il ruolo strategico degli infermieri – ancora più evidente durante la pandemia da Covid-19 – nel testo della Manovra è riconosciuta una “indennità di specificità infermieristica”. Le misure e la disciplina di tale indennità saranno definite in sede di contrattazione collettiva nazionale.

Medici specializzandi

Nella Manovra c’è anche lo stanziamento di nuove misure economiche per incrementare il numero dei contratti di formazione specialistica dei medici: si tratta di 105 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022 e di 109,2 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023, 2024 e 2025.

Scuola, università e ricerca

La Manovra intende accelerare gli interventi di edilizia scolastica mediante la semplificazione delle procedure. Viene prorogato al 31 dicembre 2021 il termine per l’utilizzo dei poteri commissariali da parte di sindaci e presidenti delle province per la realizzazione degli interventi di edilizia scolastica, così come previsto dall’articolo 7-ter del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22.

Misure a sostegno della ricerca

Il fondo ordinario per gli enti e le istituzioni di ricerca è incrementato di 65 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2021. Tale incremento si rende necessario al fine di garantire la continuità dei finanziamenti straordinari disposti dal decreto Rilancio e soddisfare la richiesta del Parlamento di prevedere maggiori investimenti nella ricerca, soprattutto dopo la presa di coscienza del ruolo fondamentale che la ricerca scientifica riveste nel contrasto alla crisi e nel rilancio del sistema-Paese.

Ambiente

Per incentivare l’acquisto di veicoli elettrici o ibridi (di potenza inferiore o uguale a 11 kW, delle categorie L1 e L3) la Manovra prevede il rifinanziamento del Fondo ad hoc nel limite di 20 milioni di euro annui per gli anni dal 2021 al 2023 e nel limite di 30 milioni di euro annui per gli anni dal 2024 al 2026.

Pa e lavoro pubblico

A partire dal nuovo anno saranno incrementate le risorse finanziarie destinate alla contrattazione collettiva e a migliorare il trattamento economico del personale statale. Riguardo al personale docente, allo scopo di garantire la continuità didattica per gli alunni con disabilità, gli insegnanti di sostegno sono incrementati di 5000 posti. Invece per le Forze di polizia si prevedono nuovi concorsi pubblici in Guardia di finanza, Polizia penitenziaria,Polizia di Stato e Arma dei carabinieri.

Articolo a cura di Marco Luppi

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.