Mingo, l’ex inviato di Striscia la notizia, condannato a 1 anno e 2 mesi

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Secondo i giudici lui e sua moglie Corinna Martino, amministratore unico della Mec Produzioni Srl, avrebbero truffato Mediaset. Stando all’ipotesi accusatoria si sarebbero fatti pagare alcuni servizi relativi a fatti inventati ma spacciati per veri, chiedendo rimborsi anche su costi non dovuti per figuranti e attori

Per altri tre episodi è stata dichiarata la prescrizione, come per le presunte simulazioni di reato, e per altre tre truffe e una contestazione di calunnia il Tribunale ha assolto nel merito gli imputati “perché il fatto non sussiste“.

Mingo è stato condannato anche per aver diffamato, nel 2015, gli autori di Striscia la Notizia, accusandoli di essere gli “ideatori dei falsi servizi“. Alle costituite parti civili, Mediaset, Antonio Ricci e altri nove tra autori e produttori della trasmissione, gli imputati dovranno risarcire i danni. Per quattro persone, inoltre, il Tribunale ha disposto la trasmissione alla Procura dei verbali delle dichiarazioni rese durante il processo per procedere nei loro confronti per falsa testimonianza.

Articolo a cura di Fabrizio Scarfò

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.