Turi Ferro, centenario della nascita

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Salvatore Ferro, noto al pubblico come Turi (Catania 10 gennaio 1921 – Sant’Agata li Battiati 11 maggio 2001) è stato un attore italiano che ha solcato i palchi del teatro e del cinema.

Comincia a recitare giovanissimo, inizialmente al teatro Coppola ma ben presto il suo nome sarà gelato a quello del Teatro Stabile: nel 1958 fonda a Catania questo teatro insieme a Michele Abruzzo ed Umberto Spadaro e diventa luogo dove si afferma in ambito teatrale diventando uno dei maggiori interpreti di Pirandello e Verga. 

“Turi Ferro e il Teatro Stabile. Storia di un amore” è la mostra dedicata al rapporto tra Turi Ferro e il teatro Stabile di Catania «di cui è stato fondatore e pilastro» e che sarà visitabile a partire dal 1 marzo, seppur con ingressi contentati e con prenotazione obbligatoria. Curata da Enzo e Sarah Zappulla Muscarà, la mostra è anche la prima tappa di un lungo percorso che nei prossimi mesi si dispiegherà in una serie di iniziative – mostre, seminari, spettacoli, pubblicazioni, documentari – realizzate in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’ateneo catanese, con la fondazione Domenico Sanfilippo editore, con l’Istituto di storia dello spettacolo siciliano e con la Fondazione Turi Ferro. L’esposizione di foto, video e preziosi documenti d’epoca è un viaggio per immagini attraverso l’itinerario artistico del protagonista, unico interprete di una avventura d’eccezione conclusasi vent’anni fa e resterà aperta fino al 10 maggio 2021.

Articolo a cura di Rosario Cassaniti

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.