Top Volley Cisterna pronta al rilancio dopo tante difficoltà

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Avvio di stagione complicato con il cambio di allenatore e la positività al covid di alcuni atleti, ma ora si avvicina il ritorno in campo.

Questa prima parte di stagione per la Top Volley Cisterna è stata decisamente turbolenta. Diverse problematiche hanno influenzato in negativo l’ambiente che, come tutti del resto, ha dovuto fare i conti anche con l’emergenza sanitaria.

Dal punto di vista tecnico inizio di campionato decisamente pessimo sotto la guida di Tubertini: quattro sconfitte consecutive che hanno indotto la dirigenza a rivedere la posizione dell’allenatore modenese e puntare su Slobodan Kovac. L’avvento del tecnico serbo ha riportato fiducia nei giocatori e ricompattato l’ambiente. Il successo contro Monza ed alcune prestazioni positive hanno permesso ai biancoblu di risollevare le proprie sorti: escluse le posizioni di testa, infatti, la classifica è ancora relativamente corta (considerate le due partite che Cisterna deve recuperare) e la Top Volley ha la possibilità di rientrare in corsa per la zona play off; senza dubbio tale obiettivo rimarrà alla portata della compagine di Kovac solo nella misura in cui riuscirà a limitare passi falsi nel prossimo futuro. Sottile e compagni non avranno più alibi, ma sono altresì chiamati a dare di più e trovare una striscia di risultati che cambi l’inerzia della stagione e porti quanto prima la squadra al di fuori della zona retrocessione per poter, poi, puntare a traguardi migliori. 

A queste difficoltà riscontrate sul campo, nelle ultime settimane se ne sono aggiunte altre di tipo medico-sanitarie, ovvero sei atleti biancoblu sono risultati positivi al covid. Tale evento ha inevitabilmente destabilizzato l’ambiente, benchè da inizio stagione tutte le squadre sono consapevoli che si dovrà convivere con tale situazione per tutto il campionato: come per la Top Volley, anche altre compagini del torneo hanno dovuto rinviare i propri incontri, che saranno recuperati quanto prima. Come per le altre discipline si vive, comunque, una situazione precaria ed in continua evoluzione. Tutti gli addetti ai lavori sono coscienti da tempo che è necessario navigare a vista, cercando di prendere decisioni che vadano verso un’unica direzione: salvaguardare la salute di atleti e staff tecnici e contemporaneamente garantire il più possibile lo svolgimento regolare dei tornei. Intanto, salvo sorprese, il 25 novembre si torna a giocare contro Modena.

Articolo a cura di Diego Rocci

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.