GRAZIA DELEDDA, LA PRIMA DONNA ITALIANA A VINCERE IL NOBEL

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il 28 settembre ricorre l’anniversario della nascita di Grazia Maria Cosima Damiana Deledda, nota semplicemente come Grazia Deledda o, in lingua sarda, Gràssia o Gràtzia Deledda (Nuoro, 28 settembre 1871 – Roma, 15 o 16 agosto 1936), è stata una scrittrice italiana vincitrice del Premio Nobel per la letteratura nel 1926. È ricordata come la seconda donna, dopo la svedese Selma Lagerlöf, a ricevere questo riconoscimento, e la prima italiana.

CENNI STORICO-GENEALOGICI SUI DELEDDA

Grazia nacque a Nuoro, in Sardegna, il 28 settembre 1871, quarta di sette tra figli e figlie, in una famiglia benestante.
Il padre, Giovanni Antonio Deledda (1821-1892) di fu Giovanni Santo, laureato in legge, non esercitò la professione. Agiato imprenditore e possidente, si occupava di commercio e agricoltura; si interessava di poesia e lui stesso componeva versi in sardo, aveva fondato una tipografia e stampava una rivista. Fu sindaco di Nuoro nel 1863.
La madre era Francesca Cambosu (1837-1901) fu Andrea, donna di severi costumi; dedita alla casa, educherà lei Grazia.

In foto l’atto di nascita reperito nell’Archivio di Stato Civile di Nuoro 

Articolo a cura di Lorenzo Cirelli

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.