LORENZO RESPIGHI, IMPORTANTE ASTRONOMO ITALIANO DELL’OTTOCENTO

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi parleremo di Lorenzo Respighi (Cortemaggiore, 1824 – Roma 1889), astronomo esperto di spettroscopia e di fisica solare. 

Le sue ricerche, che sono focalizzate sulla cosiddetta astronomia di posizione, gli consentono di studiare la scintillazione e di elaborare due cataloghi stellari (tra cui il catalogo delle declinazioni di 2.534 stelle). È interessato, inoltre, all’osservazione dei pianeti e scopre tre nuove comete. Nel 1866 realizza importanti osservazioni sul cratere Linneo della Luna. Studia le variazioni del diametro del Sole.

Ma il suo nome è legato soprattutto alla spettroscopia. Respighi, che introduce l’uso del prisma obiettivo nella spettroscopia delle stelle, è infatti uno dei pionieri dell’astrofisica italiana. Di grande interesse scientifico sono, in questo ambito, gli studi che compie sul Sole (sulla corona e sulle macchie) e sulle stelle. In particolare mette a punto un sistema, detto della “fenditura allargata” per lo studio della cromosfera del Sole.

In foto il suo atto di battesimo.

Articolo a cura di Lorenzo Cirelli

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.