VENEZIA 78 – I VINCITORI

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sabato 11 settembre si è conclusa la 78a edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, che nell’arco di 10 giorni ha visto sfilare diverse stars e dato la possibilità di visionare in anteprima mondiale molte opere cinematografiche, spaziando da autori come Almodovar con “MadresParalelas” a Blockbuster, come “Dune” di Denis Villeneuve.

Come la precedente edizione, la Mostra ha organizzato nel dettaglio l’evento, fornendo ogni supporto per la prevenzione della diffusione Covid-19. Fra le varie misure è stata confermata nuovamente quella della prenotazione del posto in sala tramite la piattaforma “Boxol”, che si è rivelata purtroppo un’arma a doppio taglio. Se da un lato l’impossibilità nel riuscire a prenotarsi a uno spettacolo è stato indice del maggior numero di affluenza, dall’altro ha sollevato non poche polemiche, come è stato fatto presente sul famoso “Muro delle critiche”, allestito per consentire al pubblico di esprimere un giudizio – spesso a caldo – sui film di cui il pubblico desidererebbe avere  il rimborso del biglietto/accredito.

A parte quest’impasse tecnica, la Giuria, presieduta da Bong Joon-ho (Parasite, 2019, vincitore dell’Oscar come Miglior Film), ha assegnato i prestigiosi premi:

• Leone d’oro ad Audrey Diwan per “L’Événement”, siamo quindi al secondo anno consecutivo in cui il tanto desiderato Leone viene assegnato a una regista;

• Leone d’argento per la migliore regia a Jane Campion per “Il potere del cane” disponibile da dicembre su Netflix;

• Leone d’argento gran premio della giuria per “È stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino, disponibile da dicembre su Netflix;

• Migliore Sceneggiatura a Maggie Gyllenhaal per “The Lost Daughter”, esordio alla regia dell’attrice, tratto dal romanzo di Elena Ferrante, “La figlia perduta”, disponibile da dicembre su Netflix;

• Coppa Volpi per il migliore attore a John Arcilla per “On the Job The Missing 8”;

• Coppa Volpi per la migliore attrice a Penelope Cruz per “Madres Paralelas”, nelle sale dal 28 ottobre;

• Premio Marcello Mastroianni per la migliore interpretazione emergente a Filippo Scotti per “È stata la mano di Dio”;

• Premio speciale della giuria Venezia 78 a “Il buco” di Michelangelo Frammartino

Per la sezione Orizzonti, riservata alle opere prime e seconde di registi emergenti:

• Miglior corto a “Los huesos” di Cristobal Leon e Joaquin Cocina

• Miglior sceneggiatura a “107 Mothers”di Peter Kerekes e Ivan Ostrochovsky

• Miglior attore a Piseth Chhun per “White Building”

• Migliore attrice a Laure Calamy per “A plein temps”

• Premio speciale della giuria a “El grand movimiento”di Kiro Russo

• Miglior regia a Eric Gravel per “A plein temps”

• Miglior film “Pilgrims” di Laurynas Bareisa

Articolo a cura di Sara Paterniani

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.