Piero e Ambrogio Lorenzetti

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I fratelli Piero (1280-1348) e Ambrogio (1285-1348) Lorenzetti nacquero a Siena. Pietro, in particolare, si formò a scuola di Duccio, ma entrambi furono ben presto influenzati da Giotto, di cui conobbero le opere ad Assisi e Firenze.

Il capolavoro di Pietro si deve considerare la “deposizione della croce” che l’artista realizzò ad Assisi e che fa parte delle storie della passione di Cristo. La figura allungata e piegata di Gesù esprime tutta la sua sofferenza. Gli altri personaggi che compaiono nell’opera danno la sensazione di una forte impotenza nel constatare in Cristo ormai morente.

Mentre il nome di Ambrogio si lega al ciclo di affreschi che realizzò nel palazzo pubblico di Siena, su incarico dello stesso comune. Questo è uno dei primi esempi di arte laica, cioè non legata a temi religiosi ma avente lo scopo di celebrare Siena e i suoi governatori, il cui “buon” governo si contrappone al cattivo gioco dei tiranni.

Con la loro morte improvvisa, a causa della terribile pestilenza del 1348, ebbe fine la grande fioritura della pittura senese.

 

Articolo a cura di Luca Giordano

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.