La musica ai tempi del Coronavirus: #iosuonodacasa

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’Italia sta vivendo uno dei momenti più difficili degli ultimi anni e dal 9 marzo è iniziata la quarantena per tutto il paese, nella speranza che il virus arresti la sua corsa. Restare in casa tanto a lungo, senza poter avere contatti con i propri cari, se non virtualmente, è una prova non di poco conto. Fortunatamente stiamo stringendo i denti e quest’esperienza ci sta unendo  più che mai. La musica è il nostro “punto forte”, infatti sono in molti che ogni giorno alle 18 organizzano flash mob al balcone cantando canzoni insieme, filmandosi e facendo girare i video in tutto il mondo grazie al web.

Un’altra iniziativa a tema musicale sono i concerti casalinghi che molti artisti stanno facendo in diretta streaming dalle loro abitazioni.   

Il progetto si chiama #IOSUONODACASA  ed è fatto da: Rockol, Allmusicitalia, Frequenzaitaliana, Musicadalpalco, Newsic, Ondefunky, Onstage, Optimagazine. Collaborano anche Spettacoli.eu, Spettacolonews.com, Fourmagazine, Rocknation.it, ilmohicano.it e Bellacanzone!

Durante l’esibizione gli artisti si impegnano a rendere sempre visibile il numero di telefono solidale e a sollecitare agli spettatori le donazioni via telefono. L’Associazione Nazionale Italiana Cantanti ha concesso a #iosuonodacasa l’utilizzo del proprio numero solidale, che a partire da sabato 14 marzo ha iniziato a raccogliere le donazioni via telefono (anche con l’hashtag #iodonodacasa).

Il tutto è stato appoggiato anche da Friends & Partners leader nel settore della musica live e degli eventi. Sul sito ufficiale infatti è possibile consultare il calendario ufficiale delle prossime dirette streaming che è in continuo aggiornamento.

Inoltre molti sono i cantanti che stanno scrivendo nuove canzoni, una delle più emozionanti è quella di Giuliano Sangiorgi, cantante dei Negramaro, sotto al video caricato sui social scrive “ Sento che è giusto condividere queste parole nuove con voi, per capire o per cercare almeno di farlo. La musica, tante volte, mi ha aiutato a comprendere, a comprendermi.  Tante canzoni, quelle rimaste nel cassetto, ma vi assicuro che mi hanno aiutato tanto, anche senza essere pubblicate. Questa no, voglio dedicarvela, per annullare le distanze e sentirvi in questa stanza tutti”. Il pezzo più commovente ma allo stesso tempo pieno di speranza è : “Torneremo a uscire, a incontrarci per le strade come un tempo in un locale, con un sogno e una birra in mano e una gioia, qui, nel cuore, che è difficile da capire perché sembra sia normale. Ma da questi giorni qui tutto sarà un po’ speciale.” 

Articolo a cura di Martina Nardoni

Ti piace questo post?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.