“OBEY”: La nuova canzone dei Bring Me The Horizon e Yungblud

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I Bring Me The Horizon sono tornati con la stessa carica rock che avevano anni fa. Il nuovo singolo “Obey” infatti sembra un ritorno alle loro origini. Dopo averla scritta la band britannica ha pensato di coinvolgere il giovane artista inglese Yungblud, fan della band, che ha contribuito registrandola da Los Angeles, dove vive da tempo. La canzone parla dei condizionamenti che ci impone la società: “Ci consideriamo liberi solo perché le catene che ci stringono sono invisibili e siamo controllati in modi a cui non vogliamo nemmeno pensare – dice il frontman dei Bring Me The Horizon – Ci dicono come vivere con un sorriso sul volto, ci dicono statistiche tragiche come se non fosse successo nulla, come se non fosse tutto un casino. Viviamo in un mondo strano”. “Quello che non capiscono – aggiunge Yungblud – è che per noi essere diversi significa essere liberi e che ciò che vogliamo è far parte di un mondo di amore ed uguaglianza. Ci leveremo contro l’odio e le disuguaglianze. Combatteremo per il mondo di cui vogliamo essere parte, non obbediremo”.

La traccia cattura tutta quella rabbia in una bottiglia. Piena di angoscia e con un coro brillante delle dimensioni di uno stadio, riesce a mostrare il lato ribelle della band. 

“Non è il momento di dire ‘Questi giorni passeranno’ e ‘Andrà tutto bene’, perché non andrà tutto bene a meno che non facciamo qualcosa al riguardo”, ha detto Sykes in un’intervista. “Obey” è un inno potente che ti farà venire voglia di alzarti e fare qualcosa per cambiare il mondo.

Con Parasite Eve che prende di mira inavvertitamente la pandemia COVID-19 e Obey che affronta l’oppressione dall’alto verso il basso, sembra che stiamo assistendo alla battaglia dei Bring Me The Horizon contro la società del 2020 e siamo qui proprio per questo.

Articolo a cura di Martina Nardoni

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.