RUBY. Il cacao veste glamour.

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nel mondo dell’haute couture il Pink Power addolciva le passerelle già dalle collezioni del 2012-13 grazie alla sapienza di stilisti come Armani, Chloè ed Oscar de la Renta. 

Il rosa in qualunque tonalità vesta, resta un color trending intramontabile. Dalle tinte labbra, al vestiario unisex, al design di cui resta iconica la palette di Grand Budapest Hotel, riproposta in un ristorante indiano a Kanpur – The pink zebra, il più cliccato di Instagram.


Se volete coccolarvi, il tocco di classe che manca è proprio la cioccolata Ruby: il “nuovo” sapore che sedurrà il vostro palato. 

Irresistibilmente naturale, la cioccolata dai toni #MillennialPink che ha conquistato anche la Perugina, con i suoi Baci Limited Edition, viene proposta ad un evento esclusivo nel 2017 dalla sua culla di produzione svizzera, la Barry Callebaut. 

Portata per la prima volta nella capitale della moda italiana grazie alla Boutique del cioccolato Zaini, che la propone sottoforma di tavolette, blocchetti, gocce e cioccolatini in lips shape.

Estratta e lavorata dalle fave color rubino, la Ruby, predilige un bouquet aromatico che ricorda i lamponi. Fresco, dolciastro dalle note acidule, il cioccolato più glamour di sempre può essere gustato in ogni forma: dal bon bon, ai macarons da petite patisserie fino alla bevanda in tazza per scaldare il vostro inverno. 

Abbinamenti consigliati per voi: 

Potete scegliere tra té nero – champagne rosé – sakè – gin – cognac. 

Ma se siete amanti delle birre, ecco due proposte per gustarla al meglio:

KRIEK birra belga, ambrata ed aromatizzata alla ciliegia, dal bouquet fruttato e persistenza di mandorla amara

RODENBACH GRAND CRU belga rossa, secca e amara, dal bouquet fruttato e legnoso, con note di ciliegia e caramello

Articolo a cura di Roberta Lucibello

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.