Sono le nostre azioni a renderci umani: che sia un anno all’insegna del “Fare”

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Per la CISL: Guardiamo al 2021 con la consapevolezza di costruire un futuro migliore per la nostra comunità.

Fare.
Fare per crescere.
Fare per sognare.
Fare per amareimparareconcretizzare.

Un verbo che esprime tutto quello che ognuno di noi ha da recuperare rispetto ad uno degli anni più bui finora vissuti dell’età moderna, e che, finalmente, volge al suo termine. Tanti i doveri a cui siamo stati esposti, e tanti i sacrifici professionali ed emotivi. Ma ogni sforzo finora compiuto mira ad un radioso obiettivo che rende ancora più unico il nostro “fare“: migliorare insieme. Migliorare insieme crescendo, impegnandoci nel nostro nucleo più stretto, ma anche e soprattutto: con l’altro. “Fare“, con empatia, è quello che più di ogni altra cosa può risollevare un mondo in decadenza, una società in preda alla tristezza, alla stanchezza esistenziale, alla paura, alla distanza.

Il 2020 ci ha atterrito, ci ha messo in ginocchio, ci ha messo alla prova come mai successo finora. La città di Latina, così come la nostra provincia e l’intero Paese, ha sperimentato sulla propria pelle la pericolosità del covid-19, quel maledetto virus che ha strappato la vita a centinaia di concittadini obbligandone tanti altri nei letti d’ospedale.

E noi tutti dobbiamo ricordare che ogni nemico viene sconfitto se si combatte insieme. Il Covid-19 ha rappresentato tutto questo, e noi tutti abbiamo fatto. Medici, infermieri, commercianti, lavoratori, studenti di ogni dove. È con impegno e costanza che dobbiamo continuare questo percorso finora deteriorato da tortuosi vicoli inaspettati. “Fare” per salvare, per vivere far vivere, “fare” per capire lasciar capire. Ogni obbligo, anche quello più demoralizzante, è un investimento per il domani. È oggi il sinonimo del rispetto per il periodo finora vissuto e con cui ancora abbiamo conti in sospeso. “Fare” per irradiare ogni ombra stesasi come un manto di freddezza su ogni settore, casa, luogo, persona. È ora di scoprire tutto questo. È ora di rimuovere questo fardello. È ora di mirare ancora più in alto, da tutti i punti di vista. Lavorativo, professionale ma anche emotivo, introspettivo. “Fare” per coltivare. “Strada facendo“, capiremo quanto il non dare niente per scontato, l’ammirare con felicità anche le cose più semplici, con la consapevolezza che nel loroprofondo non lo sono affatto, sia cosa fondamentale, qui ed ora. Perché anche la felicità sembra ormai troppo lontana e mai come oggi, è arrivato il momento, per ognuno di noi, di capire che per raggiungere al meglio questo sentimento così trainante, alla base di qualsiasi civiltà, bisogna: fare.

Auguro ad ogni nostro concittadino di poter “fare” all’insegna della felicità per questo 2021. Possiate spianare le vostre ali verso un avvenire fausto come il vento e le sue prodezze.
Per un vento di cambiamenti. Di ripresa, di ricrescita.

Fare per “volare“.

Roberto Cecere,
Segretario Generale CISL Latina

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.