UMBERTO BOCCIONI, ESPONENTE DEL FUTURISMO ITALIANO

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Oggi parleremo di Umberto Boccioni (Reggio Calabria, 19 ottobre 1882 – Verona, 17 agosto 1916), pittore e scultore italiano, esponente di spicco del futurismo. L’idea di rappresentare visivamente il movimento e la sua ricerca sui rapporti tra oggetto e spazio hanno influenzato fortemente le sorti della pittura e della scultura del XX secolo.

CENNI STORICO-GENEALOGICI

I genitori di Umberto erano Raffaele Boccioni e Cecilia Forlani, originari di Morciano di Romagna (25 km da Rimini). Il padre, che lavorava come usciere di prefettura, fu costretto a spostarsi in Italia in base alle esigenze di servizio. Di seguito l’atto di nascita presso la Città di Reggio di Calabria, in data 19/10/1882” è avvenuta, per l’esattezza, “alle ore 03.15 antimeridiane, presso l’abitazione di famiglia ubicata in Via Cavour, civico 41, paternità Raffaele Boccioni e maternità Cecilia Forlani. La nascita è stata trascritta al n. 1300 del Registro Nascite dell’anno 1882″.

La seconda foto ritrae la scultura “Forme uniche della continuità nello spazio” (1913), Museo del Novecento, Milano.

L’immagine di tale opera è stata ripresa nella moneta di 20 centesimi di euro di conio italiano.

Articolo a cura di Lorenzo Cirelli

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.