Latina: il capoluogo pontino diventerà il set di una nuova serie Amazon

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La città e i suoi dintorni daranno vita alla scenografia di un teen drama che durerà per 5 anni

Mi chiamavo Andrea, adesso Sofia“. Secondo le prime indiscrezioni dovrebbe essere questo il titolo della nuova serie Amazon Original che verrà girata a Latina e provincia.

Le puntate dovrebbero essere 10, con un probabile seguito negli anni successivi. Trama e protagonisti? Un teen-drama nel quale ragazzi e ragazze di giovane età si interrogano sul loro modo di essere e sul loro cambiamento adolescenziale, un vero e proprio viaggio di formazione e crescita grazie al quale si arriva a comprendere che non si è mai confinati in etichette prestabilite, ma si può essere oltre ciò che certi canoni sociali impongono. Assisteremo dunque alle vite di diversi teenagers alle prese con il confronto più arduo, quello con se stessi; con le paure del giudizio dell’altro, in una città di provincia in cui spesso i pregiudizi e i preconcetti la fanno da padrone rispetto alla vera essenza delle persone, al loro modo di essere e di agire. Tuttavia la serie darà anche modo di lanciare uno sguardo alla biodiversità del nostro territorio, spesso oggetto di interesse di produzioni cinematografiche e seriali.

Nella creazione di tale serie la città di Latina sarà inoltre doppiamente protagonista. Fra gli sceneggiatori del progetto infatti compare il nome della giovanissima Alice Urciuolo, nata a Priverno e diplomatasi al Liceo Classico Dannte Alighieri di Viale Mazzini. Già tra i finalisti del premio Strega 2021, la scrittrice è adesso impegnata alla realizzazione della serie Amazon Original.

Alice Urciuolo e la copertina del suo libro candidato alla vittoria del Premio Strega 2021, intitolato “Adorazione”

Le riprese cominceranno a giorni per andare avanti fino all’estate. Dalle prime informazioni si sa che la serie verrà distribuita in diversi paesi nel mondo e aiuterà la promozione del territorio.

Articolo a cura di Fabrizio Scarfò

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.