DAVID DI DONATELLO 2021 – I VINCITORI

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’11 maggio, in diretta su Rai 1 sono stati assegnati i prestigiosi Premi David di Donatello durante la 66a edizione, a condurre la serata Carlo Conti.

Seguendo le dovute precauzioni, la cui efficienza era stata già dimostrata durante la Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia, i David si sono tenuti in modalità ibrida.

Durante la serata, sono stati assegnati diversi premi paralleli: a Sandra Milo il “David alla carriera”, a Diego Abatantuono e a Monica Bellucci (in collegamento da Sofia dove sta girando il suo nuovo film, “La Befana vien di notte 2”) è stato assegnato il “David Speciale 2021”.

Entrando più nel cuore dell’argomento, ecco di seguito i vincitori.

Incetta di David per il film “Volevo Nascondermi”: “Miglior Film”, “Miglior Regia” per Giorgio Diritti, “Miglior Suono”, “Miglior scenografia”, “Miglior acconciatore”, “Migliore autore della fotografia” e “Migliore attore protagonista” per il camaleontico Elio Germano.

“L’incredibile storia dell’Isola delle Rose” vede assegnare le statuette di “Miglior attrice non protagonista” a Matilda De Angelis e “Miglior attore non protagonista” a Fabrizio Bentivoglio, oltre ad aggiudicarsi quella per “Migliori effetti visivi”.

Terzo film a vincere più David è “Miss Marx” per “Miglior Produttore”, “Miglior Costumista” e “Miglior compositore” per Gatto Ciliegia contro il grande freddo e i Donwtown Boys.

Nonostante le 13 candidature “Favolacce” porta a casa solamente il premio per “Miglior montatore”, così come “Hammamet” che su 14 nomination vince per “Miglior Truccatore”.

Della cinquina candidata al premio più ambito, solamente “Le sorelle Macaluso” di Emma Dante torna a casa a mani vuote.

Il David “Migliore sceneggiatura originale” va a Mattia Torre per “Figli”, scomparso prematuramente nel 2019. Il momento più toccante della serata è sicuramente quello in cui la figlia, Emma, è salita sul palco a ritirare il prestigioso premio.

“Migliore sceneggiatura non originale” è assegnato a Marco Pettenello e Gianni Di Gregorio per “Lontano Lontano”.

Non solo assegnato per la miglior interpretazione femminile il David come “Miglior attrice protagonista” in “La vita davanti a sé” a Sophia Loren ha anche una valenza simbolica per omaggiare una delle attrici di punta del nostro cinema.

Il David “Miglior regista esordiente” va a Pietro Castellitto per il film “I Predatori”, mentre il “David Giovani” va a Francesco Amato per “18 Regali”.

“Miglior canzone originale” va invece a “Immigrato” per il film “Tolo Tolo”, contro ogni previsione visto che la favorita in assoluto era “Io Sì (Seen)” di Laura Pausini. Il film di Checco Zalone si aggiudica anche il “David dello Spettatore 2021”.

“Mi chiamo Francesco Totti” vince il “Premio Cecilia Mangini miglior documentario” e infine

“Miglior Film straniero” è invece “1917” di Sam Mendes.

Una serata all’insegna della speranza e della commozione da parte di tutti i rappresentanti di uno dei molti settori colpiti dalla pandemia

Articolo a cura di Sara Paterniani

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.