Album Review: Twenty One Pilots – Scaled and Icy

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Scaled and Icy è il sesto album in studio della band pop alternativa Twenty One Pilots, il cui suono è più in sintonia con i loro progetti precedenti come Vessel e Blurryface. Il duo americano, di Columbus, Ohio, è attualmente composto dal cantante/pianista Tyler Joseph e dal batterista Josh Dun.

Scambiando una versione più oscura del pop alternativo dal loro ultimo album, con un tono ottimista e con gli occhi spalancati, i Twenty One Pilots creano un disco luminoso e giocoso. Sebbene in Scaled e Icy non forniscano un effetto “hit dopo hit” come hanno fatto nei momenti salienti della loro carriera, mostra la miglior collaborazione di Joseph e Dun.

“Good Day” è un allegro brano di apertura in quanto dichiara con orgoglio: “Sto bene, è una buona giornata!” Gli accordi di pianoforte di Joseph e Dun rimbalzano liberamente insieme per creare un tono che ricorda il tip-tap in un parco di divertimenti. La canzone successiva, “Choker”, incorpora di nuovo pesantemente il pianoforte, costruendo da una graziosa ballata a un rap inaspettato di Joseph.

In aggiunta ai momenti disinvolti di Scaled e Icy, “NeverTake It” e “The Outside” hanno il loro fascino divertente. Sembra un’interpretazione moderna di Stevie Wonder, Joseph “vibra” su uno strumentale R&B/Soul in “The Outside”. Al contrario, “Never Take It” funge da pezzo importante per l’album. Questa gioiosa traccia rock dimostra che i Twenty One Pilots possono dedicarsi al rock alternativo tradizionale se lo desiderano.

“Shy Away”, il singolo principale dell’album, è meglio descritto attraverso il suo titolo. Dato che è quello che rappresenta principalmente Scaled e Icy, sembra che la band abbia giocato sul sicuro con questa traccia.

Nel complesso, per i veri fan di Twenty One Pilot che sono in circolazione dal primo giorno, Scaled and Icy è un fornitore adatto di comfort. Le tracce incisive rendono questo uno dei loro progetti più dinamici fino ad oggi.

Articolo a cura di Martina Nardoni

Ti piace questo post?
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.