I musical nel cinema

Condividi con:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ci sono musical capaci di lasciare un segno nella storia del cinema. Dai più vecchi a quelli più recenti, ho fatto una top 5 di quelli che ho visto e che ritengo i più belli.

La la Land

Un ingorgo, macchine bloccate nel traffico: invece di imprecare contro la sorte o qualche divinità, gli automobilisti cominciano a cantare, scendono dalle vetture, ballano e saltano pieni di felicità. Così inizia il musical di Damien Chazelle, che ha catturato il cuore degli amanti del genere a colpi di note musicali. Nella vita reale un comportamento del genere porterebbe senza dubbio a una rissa di proporzioni epiche, ma nei musical è assolutamente normale. Il film vede come protagonisti Emma Stone e Ryan Gosling nei panni di Mia e Sebastian, un’aspirante attrice e un pianista jazz: tra un sogno a occhi aperti e una canzone, la realtà entra prepotentemente in scena, regalandoci uno dei finali più belli e commoventi visti negli ultimi anni.

The Rocky Horror Picture Show

E’ uno di quei film che diventò subito un cult. Non è un caso se viene proiettato ancora oggi in diversi cinema (tra cui il Cinema Mexico di Milano), con sale piene di fan che cantano e ballano “The Time Warp” vestiti come i protagonisti del film.                     La pellicola di Jim Sharman, con protagonisti una giovane Susan Sarandon e il leggendario Tim Curry è un inno per tutte le persone che non vogliono conformarsi a canoni imposti dalla società.

Grease

Ballate e cantate da intere generazioni, le canzoni di Grease hanno segnato un’epoca e continuano a farlo. I protagonisti John Travolta e Olivia Newton-John hanno ispirato migliaia di giovani negli anni col loro look stravagante e colorato. La storia dei liceali Danny Zuko e Sandy Olsson è una delle più amate dal pubblico, anche grazie alle movenze di Travolta e a numeri musicali trascinanti come “Summer Nights”, “Greased Lightnin’”, “Born to Hand Jive” e “You’re the One That I Want”.

Footloose

Dopo essere stata sconvolta dalla tragedia di un tremendo incidente automobilistico in cui hanno perso la vita cinque giovani, la cittadina di Bomont ha deciso di vietare i balli di gruppo ai suoi abitanti. Dopo tre anni di quieta accondiscendenza, arriva però in città da Boston il giovane Ren McCormack, ragazzo che ha appena perso sua madre per una grave malattia. Il suo dolore e la sua energia trovano la loro massima espressione proprio nella danza, e lui si trova ben presto a scontrarsi col pastore della comunità il cui figlio maggiore è deceduto nell’incidente fatidico. Ben però non ci sta e si fa aiutare da Ariel (l’altra figlia del pastore) scatenando una ribellione tra i coetanei.

Mary Poppins

Narra la storia della baby sitter più famosa di tutte, piombata dal cielo con il suo ombrellino nella fredda vita della famiglia di banchieri Bank, nella Londra di fine Ottocento. Dotata di poteri magici e di molta creatività, Mary Poppins riesce a portare una ventata di fantasia che sconvolge la vita dei Bank, insegnando loro che con un pizzico di ironia ed immaginazione la vita può diventare molto più piacevole. Con i suoi colori e le canzoni allegre, invita tutti a prendere la vita serenamente e con gioia, con un pizzico di leggerezza in più.

Articolo a cura di Martina Nardoni

Ti piace questo post?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.